IL Significato Simbolico di “OM”

Yoga Meditazione e Benessere > Consapevolezza > IL Significato Simbolico di “OM”
OM

Nella tradizione dello yoga OM è il mantra più sacro e rappresentativo. E’ il suono primordiale che ha dato origine alla creazione.

Racchiude in sé i tre aspetti divini: la creazione (Brahman), la conservazione (Vishnu) e la tra-formazione (Shiva).

OM deriva dal mantra induista AUM: che rappresenta la sintesi e l’essenza di ogni mantra e proprio per questo AUM viene recitato in apertura di altri mantra.

“A” è la vita nello stato di veglia della coscienza che si muove verso l’esterno, comune a tutti gli uomini.

“U” è la vita nello stato di sogno della coscienza che si muove all’interno. Colui che conosce questo ottiene equilibrio.

“M” è la vita nello stato di sonno della coscienza silenziosa dove la persona non ha né desideri né sogni. Questa è la condizione di unità.

OM come suono unico è lo stato della coscienza suprema.

Il mantra OM proietta nella dimensione del silenzio. Recitare il mantra OM coinvolge il respiro e la consapevolezza poiché la sua vibrazione produce risonanza nella gabbia toracica e nel cranio toccando il livello emotivo della persona.

Significato simbolico

  • Lo stato Assoluto
    • Indica il quarto stato della coscienza. In questo stato la coscienza non guarda né dentro né fuori. È uno stato di pace e quiete, il fine ultimo di tutta l’attività spirituale.
  • Illusione/Maya
    • E’ quanto si incontra sulla strada dell’evoluzione spirituale. Non tocca lo stato assoluto, a indicare che lo stato più alto di coscienza non è toccato da Maya.
  • Lo Stato di Sogno
    • Sta tra il sonno profondo e lo stato di veglia, indica lo stato di sogno. In questo stato la coscienza è volta all’interno e il sognatore esperisce un mondo dietro agli occhi chiusi.
  • Lo Stato di Veglia
    • Questo stato di coscienza è rivolto verso l’esterno e sperimenta il mondo attraverso i cinque sensi. È il più comune stato della coscienza umana.
  • Lo Stato di Incoscienza
    • Indica lo stato di sonno profondo. In questo stato il dormiente è chiuso in sé, senza desideri né sogni.
Messaggio precedenteArticolo successivo

Sono una donna piena d’interessi e con tanta voglia di vivere e stare bene. L’interesse per lo yoga mi accompagnato dall’adolescenza e dal desiderio di conoscere e comprendere la guarigione nella filosofia dello yoga. Nel 1990 mi sono avvicinata all’Hatha Yoga, e successivamente, quando rimasi in attesa di mio figlio praticai lo yoga in gravidanza, una esperienza meravigliosa che consiglio tantissimo perché ti permette di vivere a pieno e con serenità questi mesi meravigliosi. Successivamente sentì il bisogno di approfondire di più la consapevolezza di me e cosa potevo fare per coltivare la pace e l’armonia, così iniziai a intraprendere gli studi del Raja Yoga. Più mi immergevo nello studio e nella pratica del Raja yoga e più comprendevo i meccanismi del mio agire nella vita. Molte cose sono cambiate, in me ecco perché ho deciso di trasmettere questi insegnamenti, per dare la possibilità ad altre persone di trovare la serenità e la gioia.

Related Posts