L’universo, grandiosa sinfonia di colori

Yoga Meditazione e Benessere > Blog > L’universo, grandiosa sinfonia di colori
1024x683 colori

Il suono nella religione

Il suono è sempre stato adottato nelle pratiche religiose, spirituali e terapeutiche dei secoli passati poiché il suono che noi percepiamo, di fatto, altro non è che la manifestazione più grossolana di una vibrazione che agisce sul piano vitale, quel piano che sostiene il nostro corpo fisico, ma agisce anche sul piano delle energie emotive, e poi mentali, fino a quelle spirituali. In questo modo tutta la coscienza è coinvolta dal suono e dai suoi aspetti più occulti. Proprio basandosi su questa conoscenza sono state elaborate gran parte delle pratiche meditative in tutto il mondo, dove il suono è usato come supporto.

Di fatto il colore è il risultato di una qualità vibratoria, il colore è solo l’effetto finale. Dal punto di vista cromatico, possiamo considerare l’universo come una ammirevole armonia di colori. Il colore è l’effetto del movimento sull’essere che lo percepisce mediante un organo particolare. È possibile vedere colori anche dove l’uomo generalmente non ne scorge. Difatti, quando si suona della musica, l’uomo ordinario non vede nulla, egli percepisce soltanto dei suoni; ma il chiaroveggente vede anche dei colori, ciò significa che il suo occhio, come il suo orecchio, può rispondere a quelle vibrazioni. Egli potrà anche vedere l’infrarosso e l’ultra-violetto. Cosi la creazione, Ideazione divina, o vibrazione ritmica del Verbo può essere considerata anche sotto il punto di vista del colore o della luce. La cosa è la stessa; il punto di vista soltanto differisce. Alcuni filosofi dell’India hanno appunto adottato quest’ultimo modo di vedere.

Sono una donna piena d’interessi e con tanta voglia di vivere e stare bene. L’interesse per lo yoga mi accompagnato dall’adolescenza e dal desiderio di conoscere e comprendere la guarigione nella filosofia dello yoga. Nel 1990 mi sono avvicinata all’Hatha Yoga, e successivamente, quando rimasi in attesa di mio figlio praticai lo yoga in gravidanza, una esperienza meravigliosa che consiglio tantissimo perché ti permette di vivere a pieno e con serenità questi mesi meravigliosi. Successivamente sentì il bisogno di approfondire di più la consapevolezza di me e cosa potevo fare per coltivare la pace e l’armonia, così iniziai a intraprendere gli studi del Raja Yoga. Più mi immergevo nello studio e nella pratica del Raja yoga e più comprendevo i meccanismi del mio agire nella vita. Molte cose sono cambiate, in me ecco perché ho deciso di trasmettere questi insegnamenti, per dare la possibilità ad altre persone di trovare la serenità e la gioia.