Il Prana e i Corpi Sottili

da Loredana Colitti
Categoria principale: Blog
Visite: 185

Chi si avvicina allo yoga sentirà spesso parlare di prana, in questo articolo spiegherò brevemente e in maniera sintetica cos'è il prana. 

Come dicevo, il movimento del prana, la forza o energia vitale, è alla base di tutte le pratiche yoga. Il prana è nella materia ma non è materia. È nell'aria ma non è ossigeno. È una sottile forma di energia che pervade l'aria, il cibo, l'acqua e la luce del sole e che anima tutte le forme di materia.

Praticando le asana e il pranayama, il corpo assorbe e accumula più prana, ricavandone maggior vitalità e forza. Oltre al corpo fisico, un praticante yoga percepisce due altri corpi che lo circondano: il corpo astrale e il corpo causale.

Il prana è il legame vitale tra il corpo astrale e il corpo fisico ma, esso fluisce principalmente nei nadi del corpo astrale. Esiste sia sotto forma di energia ascendente che discendente, nel qual caso è noto col nome di apana. Il prana è un impulso afferente la cui natura è di muoversi verso l'alto, mentre l'apana è deferente e si muove verso il basso. Quando essi si uniscono nel chakra Muladhara, l'energia kundalinisi risveglia.

Questo breve articolo ha lo scopo di permettere a chi si avvicina allo yoga di comprendere a grandi linee cos'è il prana, ma in realtà questo è un argomento che viene molto approfondito durante il corso sul Sistema dei Chakra.