Buddhismo e Medicina

Visite: 138
Il Buddha girò la “ruota del Dharma” tre volte.
 
La prima volta la ruota si ferma sulle “Quattro nobili verità”.
1. La verità della sofferenza
2. la verità della casualità
3. la verità dell’annullamento
4. la verità del nirvana
 
La verità della sofferenza è formata da quattro tipi do sofferenza che si identificano con:
1. la rinascita
2. l’invecchiamento
3. la debolezza
4. la morte
Il Buddha indico il metodo per fermare per sempre le cause delle sofferenze profonde e temporanee. La sofferenza è delimitata dall’ignoranza mentale che fa nascere disturbi fisici e mentali.
 
Il Buddha insegnò la medicina ai suoi sangha, permise ai monaci di andare dai medici e di apprendere la medicina come viene descritta nel “Dulwa-smangzhi”, “I Sutra Vinaya sulla medicina”. Poi interpretò il Gyud-shi, il sistema dei quattro tantra medici, che è particolarmente indicato per la guarigione corpo/mente del paziente, con l’aiuto diretto della medicina, dieta, comportamento e terapia in modo da placare i turbamenti mentali negativi. Ma la medicina somatica non può sradicare le cause della malattia ecco perché il Buddha spiegò il metodo per comprendere e placare le emozioni negative.
  • Elaborò le basi della saggezza che poteva essere sviluppata grazie alla concentrazione della meditazione e alle discipline morali basate sulla compassione e sull’amore.
Nel Buddismo, la mente liberata dalla gabbia dell’ignoranza è considerata “Libera dalla malattia”.
Per questo il Buddha disse: “ I Bodhisattva dovrebbero imparare l’arte della guarigione per aiutare gli altri in modo dal liberarli dalla sofferenza”. I Bodhisattva dovrebbero possedere le qualità delle sei perfezioni:
1. disciplina morale
2. pazienza
3. impegno
4. generosità
5. concentrazione-meditazione
6. saggezza
 
Soprattutto la generosità di “salvare vite” con amore e compassione è una potente causa di illuminazione. Perciò il sistema medico diventa uno strumento speciale per il Buddismo tibetano Mahayana per raggiungere la perfezione del Bodhisattva.

Leave your comments

Comments

  • No comments found